Archivio Categoria: Ricerca astronomica

Set 22

Viaggio nel cosmo a bordo di SpaceEngine

Vladimir Romanyuk è il creatore del simulatore spaziale SpaceEngine, un programma scientificamente accurato che permette di visitare qualsiasi oggetto astronomico nel nostro universo, da quelli nel nostro vicinato spaziale a esopianeti a centinaia di anni-luce dalla Terra. Lo abbiamo intervistato Sorgente: Viaggio nel cosmo a bordo di SpaceEngine

Set 08

Eso, primo giorno per Xavier Barcons | MEDIA INAF

Il primo settembre 2017 Xavier Barcons è divenuto l’ottavo Direttore generale dell’Eso, dopo Tim de Zeeuw, in carica dal 2007. È un momento esaltante per l’Eso: la costruzione dell’Extremely Large Telescope continua a ritmo spedito. La prima luce è prevista per il 2024 Sorgente: Eso, primo giorno per Xavier Barcons | MEDIA INAF

Feb 23

Seven temperate terrestrial planets around the nearby ultracool dwarf star TRAPPIST-1 – Nature Research

One aim of modern astronomy is to detect temperate, Earth-like exoplanets that are well suited for atmospheric characterization. Recently, three Earth-sized planets were detected that transit (that is, pass in front of) a star with a mass just eight per cent that of the Sun, located 12 parsecs away1. The transiting configuration of these planets, …

Continua a leggere »

Feb 03

M’illumino di Meno | Caterpillar – RAI Radio 2, 24 Febbraio 2017 H 18:30

Il 24 febbraio 2017 torna M’illumino di Meno, tredicesima edizione. Insieme a voi in questi anni abbiamo spento i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. Abbiamo cominciato quando ancora la sensibilità verso i temi ambientali era poco diffusa e dopo 13 anni di campagna la cura del pianeta è diventata …

Continua a leggere »

Gen 31

La Royal Astronomical Society contro Trump | MEDIA INAF

Il recente decreto del presidente degli Stati Uniti sull’immigrazione – che blocca gli ingressi negli Usa da Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen – solleva reazioni preoccupate da prestigiose istituzioni scientifiche. Ieri è stato il turno della International Astronomical Union, oggi della società scientifica del Regno Unito, che proprio questa mattina ha diramato …

Continua a leggere »

Gen 18

Call for proposals – Festival della Scienza di Genova 2017

Il Festival della Scienza È un punto di riferimento per la divulgazione della scienza. È un’occasione di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie. È uno dei più grandi eventi di diffusione della cultura scientifica a livello internazionale. Un appuntamento per tutti Incontri, laboratori, spettacoli e conferenze per raccontare la scienza in modo innovativo e …

Continua a leggere »

Dic 30

Addio Vera Rubin, signora della materia oscura | MEDIA INAF

L’astronoma americana ha cambiato per sempre la nostra idea di universo introducendo una variabile ancora oggi misteriosa: quel 27 per cento di universo che non emette né calore né luce ma che ci permette di comprendere l’esistenza di numerosi fenomeni altrimenti inspiegabili Sorgente: Addio Vera Rubin, signora della materia oscura | MEDIA INAF

Dic 30

Classifica dei 5 articoli che quest’anno avete letto di più su MediaINAF – (Facebook) INAF

La classifica dei 5 articoli che quest’anno avete letto di più su MediaINAF: Duemila miliardi di galassie per Hubble –> http://bit.ly/2igLwKO Proximab, la “Terra gemella” più vicina possibile–> http://bit.ly/2igUwQ7 Una quinta forza fondamentale –> http://bit.ly/2igFCtb #Marte: così vicino, così luminoso –> http://bit.ly/2igLfaJ Superluna in arrivo –> http://bit.ly/2igMgzA Sorgente: (Facebook) INAF

Dic 14

L’astronomia nella top ten Altmetric | MEDIA INAF

Altmetric Top 100 è una classifica annuale che misura gli articoli scientifici più popolari, a seconda di quanta diffusione hanno avuto e quanta attenzione e dibattito hanno generato sui social media e media online. Quest’anno, l’astrofisica è l’argomento di ben tre articoli tra i primi dieci della classifica. Le relative news sono state assai apprezzate …

Continua a leggere »

Dic 06

Ecco il più potente acceleratore italiano | MEDIA INAF

Si chiama SPES, serve per la produzione selettiva di “specie esotiche” ma non ha nulla a che vedere con Darwin. Si tratta del più potente acceleratore di protoni esistente in Italia e permetterà sia di studiare i nuclei atomici instabili, come quelli che si formano nel nucleo delle stelle, sia di produrre radioisotopi per la …

Continua a leggere »

Post precedenti «