Archivio Categoria: LISA

Giu 08

Tutti pazzi per le onde gravitazionali | MEDIA INAF

Con la scoperta delle onde gravitazionali si apre una nuova branca dell’astronomia, l’astronomia gravitazionale. Le onde gravitazionali, al contrario dei fotoni, viaggiano indisturbate nello spazio tempo, attraversando tutto ciò che incontrano: messaggere perfette, dunque, dal Big Bang fino a noi Sorgente: Tutti pazzi per le onde gravitazionali | MEDIA INAF

Video

Lisa Pathfinder, dalle onde gravitazionali ai micrometeoriti – INAF TV

Il sistema solare è un luogo molto pericoloso. Uno dei maggiori pericoli è rappresentato dall’impatto con detriti rocciosi, che sfrecciano a decine di migliaia di chilometri orari. Questo pericolo si estende anche alle sonde spaziali, che possono essere danneggiate sia da grandi che da piccoli frammenti di roccia. Le particelle di polvere provenienti da comete e asteroidi sono più piccole di un granello di sabbia, e raggiungono velocità pari a 60 mila chilometri orari.
La migliore conoscenza che abbiamo di questi piccoli oggetti deriva da misurazioni effettuate nei pressi della Terra. Ora, una nuova tecnica che sfrutta le misure raccolte dalla missione spaziale Lisa Pathfinder ci permette di ottenere informazioni su questa popolazione di particelle fino a un milione e mezzo di chilometri da noi.
Lanciato nel dicembre del 2015, Lisa Pathfinder è un dimostratore tecnologico per la rilevazione di onde gravitazionali dallo spazio guidato dall’Agenzia Spaziale Europea, con la partecipazione della Nasa. La missione funziona tracciando gli oggetti di riferimento, chiamati masse di prova, e riducendo al minimo ogni sollecitazione esterna. I test hanno mostrato che Lisa Pathfinder supera la precisione di misura attesa di ben cinque volte.
Dato che Lisa Pathfinder è molto sensibile all’ambiente che la circonda, è in grado di rivelare anche gli urti dovuti all’impatto di micrometeoriti. Ad ogni impatto corrisponde una reazione di compensazione dei propulsori, che è possibile misurare. Utilizzando il software scritto per analizzare i segnali di onde gravitazionali raccolti dai rivelatori terrestri, un team di ricercatori della Nasa è riuscito a far emergere diversi impatti.
Lisa Pathfinder si trova nel punto di equilibrio gravitazionale del sistema Terra-Sole denominato L1, a circa 1.5 milioni di km da noi. Questa regione di spazio è del tutto inesplorata per quanto riguarda le polveri interplanetarie. Misurando quanto spesso la navicella viene colpita, e da dove provengono queste particelle, gli scienziati possono migliorare i modelli di composizione e formazione del sistema solare. Tali informazioni sono di fondamentale importanza anche per i futuri telescopi spaziali di grandi dimensioni, che potrebbero essere danneggiati da questo tipo di impatti.

Servizio di Elisa Nichelli

Per saperne di più: https://goo.gl/ivN0ho


INAF-TV è il canale YouTube di Media INAF

Feb 11

Fisica, scienziati annunciano: osservate onde gravitazionali ipotizzate da Einstein – Repubblica.it

La teoria degli scienziati sostiene che queste trasportino informazioni sui fenomeni che diedero origine al Big Bang, da cui nacque l’universo. Oggi la loro esistenza è stata confermata: è una delle più grandi scoperte scientifiche del nostro tempo. Renzi: “Bravissimi i ricercatori di Casina e dell’Infn” Lo hanno confermato, dagli Usa e dall’Osservatorio gravitazionale europeo …

Continua a leggere »

Feb 11

Diretta streaming alle 16,30 di un annuncio (probabilmente) storico – Blue Planet Heart

    Einstein le teorizzò esattamente 100 anni fa e i primi tentativi di rivelarle cominciarono quasi 60 anni fa. Oggi, in una conferenza stampa che tutto il mondo aspetta con trepidazione, l’annuncio della prima rilevazione diretta di Onde Gravitazionali dalla fusione di due buchi neri. Ecco la nostra telecronaca in diretta! Le indiscrezioni circolavano …

Continua a leggere »

Feb 11

Onde gravitazionali, potrebbero rendere ‘reali’ i buchi neri – Fisica e Matematica – Scienza&Tecnica – ANSA.it

La prima prova diretta dell’esistenza dei buchi neri, l’accelerazione con cui l’universo si espande, fino alle ‘scorciatoie che permettono di viaggiare nell’universo, ossia i cunicoli spaziotemporali (wormhole) tanto amati dalla fantascienza: sono alcuni degli oggetti potrebbero diventare reali con la cattura delle onde gravitazionali.”Si aprirebbe un mondo”, ha detto Salvatore Capozziello, dell’università Federico II di …

Continua a leggere »

Feb 11

Onde gravitazionali, atteso oggi l’annuncio della scoperta: la conferma che Einstein aveva ragione – Rai News

La mente geniale di Albert Einstein le aveva immaginate 100 anni fa come conseguenza della Teoria della relatività, ma finora nessuno le ha mai viste direttamente, almeno per quanto ne sappiamo. Annuncio in arrivo? In realtà il mondo della fisica è in subbuglio perché, dopo un mese di indiscrezioni e voci di corridoio, l’annuncio della …

Continua a leggere »

Gen 14

NOVA NEWSLETTER AAS 927 15122015 – LISA, VIRGO O LIGO: CHI VINCERÀ LA CORSA ALLE ONDE GRAVITAZIONALI?

Riprendiamo dal sito internet de LA STAMPA del 14 dicembre 2015 un articolo di Piero Bianucci. La sonda spaziale “LISA Pathfinder” è in viaggio verso il punto di Lagrange L1, che raggiungerà a metà febbraio 2016. Lì, a un milione e mezzo di chilometri dalla Terra in direzione del Sole, metterà alla prova una nuova …

Continua a leggere »

Gen 12

NOVA NEWSLETTER AAS 921 03122015 – LANCIATA LA SONDA LISA PATHFINDER

Stamattina alle 5:04 CET (22:04 ora della costa est americana, in data locale 2 dicembre) è stata lanciata la sonda LISA Pathfinder, precursore della costellazione eLISA (evolved Laser Interferometer Space Antenna, il primo osservatorio spaziale di onde gravitazionali), dell’Agenzia Spaziale Europea…. Sorgente: NOVA NEWSLETTER AAS 921 03122015 – LANCIATA LA SONDA LISA PATHFINDER –

Dic 15

Da VEGA a Cygnus parlando italiano

Il lancio della missione LISA Pathfinder con il vettore VEGA, il cargo Cygnus realizzato a Torino con a bordo una stampante 3D di produzione italiana, destinazione la Stazione Spaziale Internazionale. Per il presidente dell’ASI, Roberto Battiston, «Oggi è una grande giornata per lo spazio italiano!»     Sorgente: Da VEGA a Cygnus parlando italiano

Dic 01

Alla fine arriva LISA! >> Media INAF

Il lancio è previsto per mercoledì 2 dicembre 2015 alle ore 4:15 GMT (ore 5:15 di mattina in Italia), dalla base di lancio di Kourou in Guyana francese. La sonda viaggerà fino al punto di Lagrange L1, una posizione virtuale di equilibrio gravitazionale nello spazio a circa 1,5 milioni di chilometri dalla Terra in direzione …

Continua a leggere »