Category: NEO e meteoriti

PRISMA DAY 2018 – Bologna, INAF -OAS, 12 Ottobre 2018 H 9:30

Secondo incontro di studio e confronto, aperto a tutte le realtà professionali, amatoriali ed educative attive sul territorio nazionale, nell’ambito di meteore e meteoriti. Per tutte le realtà che fanno parte del progetto PRISMA sarà una nuova occasione per incontrarsi, a circa un anno e mezzo dal primo PRISMA Day, svoltosi a Firenze nel maggio 2017. È previsto, …

Continue reading

Crateri da impatto, Finlandia a quota dodici | MEDIA INAF

Individuata un’antica struttura da impatto meteoritico nelle profondità del lago Summanen, nel centro del paese scandinavo, 275 km a nord di Helsinki. La scoperta pone la Finlandia in vetta alla classifica dei paesi in cui sono stati trovati crateri da impatto .entry-header A sinistra, la posizione esatta del cratere da impatto nel lago Summanen in …

Continue reading

Noi siamo figli della madre di tutte le bolle | MEDIA INAF

Molto alluminio-26 e poco ferro-60: questi i due indizi chimici che, riscontrati su meteoriti primitive, hanno portato un team d’astrofisici a ritenere che il Sistema solare possa essersi formato non da un’esplosione di supernova bensì dalla bolla di una stella gigante .entry-header Spostandosi in senso orario dal riquadro in alto a sinistra, la simulazione mostra …

Continue reading

Orionidi, lo spettacolo delle stelle di ottobre – Repubblica.it

Le stelle cadenti non sono solo uno spettacolo estivo. Basta coprirsi bene per affrontare la notte, ancora non troppo rigida, per poterne ammirare un bella manciata. Ottobre è il mese delle Orionidi, uno degli sciami principali di questo periodo dell’anno. Il picco è previsto per la notte tra il 21 e il 22 ottobre, se …

Continue reading

Un asteroide a colazione: il parere dell’astrofisico | MEDIA INAF

Dobbiamo stare attenti ai meteoriti quando facciamo merenda in giardino? Abbiamo raccolto il parere di un esperto, Giovanni Valsecchi dell’Inaf Iaps di Roma. Nota: nessun astrofisico è stato maltrattato durante la conduzione di questa intervista. Sorgente: Un asteroide a colazione: il parere dell’astrofisico | MEDIA INAF

Stelle cadenti sui colli bolognesi: il video | MEDIA INAF

La notte del 12-13 agosto scorso, in corrispondenza con il massimo atteso per le “lacrime di San Lorenzo”, l’obiettivo a “occhio di pesce” della camera Prisma, installata alla stazione stazione osservativa di Loiano dell’Inaf di Bologna, ha registrato il passaggio dello sciame. Ora un’animazione mostra quelle più luminose. Sorgente: Stelle cadenti sui colli bolognesi: il …

Continue reading

Fenicidi, nate dai resti della cometa Blanpain | MEDIA INAF

Era il 1956 quando lo sciame delle Fenicidi ha fatto la loro prima apparizione. Poi nulla per decenni. Nel 2014 gli scienziati giapponesi sono riusciti a fotografarlo di nuovo e a capire la loro esatta provenienza Sorgente: Fenicidi, nate dai resti della cometa Blanpain | MEDIA INAF

Vita sulla terraferma 3,5 miliardi di anni fa | MEDIA INAF

Non sono i fossili più vetusti finora ritrovati, ma quelli descritti su Nature Communications dai ricercatori australiani sono i più antichi relativi a sorgenti di acqua dolce. Suggeriscono che molte forme di vita primordiali si siano formate nei pressi di geyser e laghi, e non nelle profondità oceaniche Sorgente: Vita sulla terraferma 3,5 miliardi di …

Continue reading

Vedi alla voce: asteroidi – INAF TV

Da ”asteroidi” a ”zona di abitabilità”, “Voci e domande dell’astrofisica” è una rubrica che raccoglie articoli, scritti dalle ricercatrici e dai ricercatori dell’Istituto nazionale di astrofisica, per rispondere ad alcune delle vostre curiosità scientifiche. Lo scopo è fornire un quadro, il più possibile completo e accessibile, sullo stato attuale della ricerca in vari campi dell’astrofisica. …

Continue reading

Lisa Pathfinder, dalle onde gravitazionali ai micrometeoriti – INAF TV

Il sistema solare è un luogo molto pericoloso. Uno dei maggiori pericoli è rappresentato dall’impatto con detriti rocciosi, che sfrecciano a decine di migliaia di chilometri orari. Questo pericolo si estende anche alle sonde spaziali, che possono essere danneggiate sia da grandi che da piccoli frammenti di roccia. Le particelle di polvere provenienti da comete …

Continue reading