Category: Giove

Vortici nell’atmosfera di Giove | MEDIA INAF

La sonda Juno colpisce ancora: a ogni passaggio ravvicinato dell’atmosfera gioviana ci regala eccezionali scatti di nuvole, cirri e cumuli da un altro pianeta. Qui rielaborati dal citizen scientist Kevin M. Gill .entry-header Formazioni nuvolose nell’atmosfera di Giove, fotografate da Juno. Crediti: Nasa/Jpl-Caltech/Swri/Msss/Kevin M. Gill La sonda della Nasa Juno, al suo undicesimo passaggio ravvicinato di …

Continue reading

Fonte d’energia inattesa per le aurore di Giove | MEDIA INAF

Uno studio pubblicato su Nature spiega che le aurore su Giove si comportano in modo diverso rispetto a quelle terrestri. Nuove osservazioni, effettuate grazie allo spettrografo ultravioletto in dotazione alla sonda Juno della Nasa hanno dimostrato che – contrariamente a quello che ci si aspettava – i processi di formazione delle aurore gioviane più intense …

Continue reading

Oceani alieni nell’occhio del James Webb | MEDIA INAF

Tra le prime mansioni del James Webb Space Telescope, che verrà lanciato a ottobre 2018, ci sarà quella di osservare due tra le più interessanti lune del nostro Sistema solare: Europa ed Encelado. In orbita, rispettivamente, attorno a Giove e a Saturno, posseggono entrambe grandi oceani sotterranei: candidati ideali per la ricerca di forme di …

Continue reading

Nell’inferno di Loki Patera | MEDIA INAF

Una occultazione tra due satelliti di Giove osservata dal più grande telescopio binoculare al mondo, equipaggiato con un sofisticato sistema di ottica adattiva, ha permesso a un team internazionale di astronomi di ricostruire una dettagliata mappa del più potente vulcano attivo nel nostro Sistema solare. Il commento di Carmelo Arcidiacono, ricercatore dell’Inaf. Sorgente: Nell’inferno di …

Continue reading

Da Encelado a Europa, tutti gli oceani del Sistema solare – INAF TV

  Menu   Da un oceano all’altro. Coast-to-coast, metà dal Jpl californiano e metà dagli headquarters Nasa di Washington. E planet-to-planet. O meglio, planet-to-moons, perché è agli oceani presenti nel sottosuolo delle lune Encelado ed Europa, satellite naturale di Saturno la prima e di Giove la seconda, che l’Agenzia spaziale Usa ha dedicato la sua …

Continue reading

Giove: scoperta una gigantesca macchia fredda e scura – INAF TV

Una gigantesca macchia scura e fredda è stata localizzata nella regione polare gioviana: estesa per decine di migliaia di chilometri e mediamente 200 gradi più fredda dell’atmosfera circostante. Estesa per 24mila chilometri di longitudine e 12mila di latitudine, quello che è stato immediatamente ribattezzato Great Cold Spot è un sottile strato dell’atmosfera gioviana decisamente più …

Continue reading

Il cielo di gennaio 2017 – INAF TV

Pubblicato il 01 gen 2017 La potremmo definire una stella che si fa in quattro: Capella, l’astro principale della costellazione della costellazione dell’Auriga che domina il cielo invernale, distante 42 anni luce da noi e la sesta più brillante di tutta la volta celeste, è in realtà un sistema multiplo composto da ben due coppie …

Continue reading

Juno, il terzo “perigiove” è senza Jiram | MEDIA INAF

Nel pomeriggio di ieri, domenica 11 dicembre, la sonda NASA Juno ha compiuto il terzo sorvolo scientifico ravvicinato di Giove. Lo strumento italiano Jiram, spiega a Media INAF Alberto Adriani, è dovuto rimanere spento per consentire un aggiornamento al software della sonda Sorgente: Juno, il terzo “perigiove” è senza Jiram | MEDIA INAF

Il cielo del mese di dicembre 2016 – INAF TV

Messier 35 o M35 in breve è l’ammasso stellare più brillante presente della costellazione dei Gemelli, ben visibile in queste lunghe sere di dicembre, tra est e sud: non è facilissimo da osservare ad occhio nudo, ma già con un piccolo binocolo rivela il gruppo di astri più brillanti che lo compongono. M35 dista da …

Continue reading

Aspettando l’arrivo di Juno… « MEDIA INAF

Il quinto pianeta del Sistema solare sta per essere raggiunto dal JUpiterNear-polarOrbiter. Il gigante gassoso ha avuto un ruolo influente nella storia del Sistema solare e per questo è fondamentale studiarne le origini e i diversi fenomeni atmosferici che avvengono su di esso. L’Italia partecipa alla missione con due strumenti e un sensore Sorgente: Aspettando …

Continue reading