«

»

Ott 05

Il cielo di ottobre 2016 – INAF TV

Basta guardare, in queste sere d’ottobre, verso sud già sul fare della sera, dopo il tramonto del sole, per trovare una scintillante gemma di colore arancio-rosso che si staglia nei nostri cieli. E’ il pianeta Marte, l’obiettivo finale della missione Exomars, frutto di una collaborazione tra l’agenzia spaziale europea e quella russa Roscosmos, che si accinge ad arrivare proprio il 19 ottobre prossimo, dopo un lungo viaggio durato oltre 7 mesi. Una volta in orbita, Exomars, inizierà le sue indagini alla ricerca di attività geologica o addirittura biologica – presente o passata – sul Pianeta rosso, sganciando anche un lander che si poserà sulla superficie marziana, con una piccola stazione meteorologica frutto di una collaborazione tra INAF, ASI e CISAS di Padova, la cui responsabile scientifica è Francesca Esposito, ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.
Ma lasciamo Marte e diamo ora uno sguardo al cielo serale del mese di ottobre. Ad est comincia ad apparire il Toro e l’Auriga con il luminoso ammasso delle Pleiadi. Più in alto Perseo, l’Ariete e Andromeda. Verso sud, al di sopra della costellazione del Pesce Australe, ci sono il Capricorno, l’Acquario i Pesci e il Pegaso. Verso ovest vanno tramontando le tre costellazioni che hanno dominato il cielo estivo, e cioè l’Aquila, la Lira e il Cigno. In direzione del nord infine, l’Orsa Maggiore è bassa sull’orizzonte, mentre più in alto ci sono il Drago, Cefeo, Cassiopea e la Giraffa.
Sul fronte dei pianeti, Mercurio ad inizio mese è ancora osservabile, seppure con difficoltà, la mattina prima del sorgere del Sole. Con il trascorrere dei giorni, il pianeta si avvicina sempre più al Sole, fino alla congiunzione del 27, diventando inosservabile.
Venere, giorno dopo giorno, aumenta il tempo della sua osservabilità serale, fino a tramontare circa due ore dopo il tramonto del Sole a fine mese.
Di Marte abbiamo parlato poco fa, ed è visibile nelle prime ore della sera, tra sud e sud-ovest. Giove, dopo la congiunzione con il Sole a settembre, se ne allontana e a fine mese si può tentare di scorgerlo tra le luci dell’alba, ad est.
Saturno infine accompagna Marte e Venere nel cielo serale di ottobre e risulta piuttosto basso, prima di tramontare, a sud ovest.
Segnaliamo infine alcune tra le più interessanti congiunzioni che questo mese coinvolgeranno la Luna: con Saturno nella prima parte della notte del 6 ottobre, verso sud ovest. Con Marte la sera dell’8 ottobre, più spostata verso ovest e con Giove, sul fare dell’alba, molto basso verso est, il 28.
Mercurio e Giove saranno davvero vicini la mattina dell’11, ma vicinisismi all’orizzonte orientale e per questo assai difficili da individuare. Venere e Saturno saranno in congiunzione proprio in chiusura del mese: li potremo scorgere bassi sull’orizzonte a sudovest la sera del 30.

A cura di Marco Galliani – Media INAF

INAF-TV è il canale YouTube di Media INAF (http://www.media.inaf.it/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: