Orionidi, lo spettacolo delle stelle di ottobre – Repubblica.it

Le stelle cadenti non sono solo uno spettacolo estivo. Basta coprirsi bene per affrontare la notte, ancora non troppo rigida, per poterne ammirare un bella manciata. Ottobre è il mese delle Orionidi, uno degli sciami principali di questo periodo dell’anno. Il picco è previsto per la notte tra il 21 e il 22 ottobre, se osservate con un cielo molto terso e scuro (in una zona molto lontana dalle luci delle città, l’ideale in Italia è spostarsi in montagna) se ne potranno osservare più di 30 all’ora, secondo la stima dell’Unione degli astrofili italiani. Le Orionidi sono piccoli frammenti di polveri lasciati dalla cometa di Halley durante i suoi numerosi passaggi (ogni 76 anni). Si incendiano entrando in atmosfera a una velocità di oltre 60 chilometri al secondo lasciando una scia giallo-verde. La Terra ne attraversa ogni anno i residui in due occasioni, a ottobre e a maggio (quando si manifesta un altro sciame, quello delle Eta Aquaridi). Prendono il nome dalla zona di cielo del loro radiante, cioè il punto dal quale sembrano originarsi. Per osservarle al meglio, dunque, bisogna volgere lo sguardo a est, dopo la mezzanotte, e trovare il braccio di Orione, a metà strada tra questa costellazione e quella dei Gemelli. Quest’anno le condizioni (meteo permettendo) saranno ideali perché la Luna (Nuova il 19) sarà assente dal cielo notturno

Sorgente: Orionidi, lo spettacolo delle stelle di ottobre – Repubblica.it

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: