Set 05

Proxima b, un’altra Terra a 4.2 anni luce da noi – YouTube

Termina oggi una battuta di caccia interstellare durata 16 anni. Sapevano dove cercare: nella zona abitabile attorno a Proxima Centauri, la stella in assoluto più vicina al Sole, a 4,22 anni luce da noi. E sapevano cosa volevano: un altro mondo, un’altra terra. L’hanno trovata. Annunciato oggi prima in conferenza stampa internazionale dall’ESO e poche ore più tardi sulle pagine di Nature, il nuovo mondo si chiama Proxima b. Poco ancora sappiamo di lui: le dimensioni, simili a quella della Terra; il fatto che probabilmente è roccioso; la durata d’un suo anno, di poco superiore a 11 dei nostri giorni; e la distanza dalla stella madre, compatibile con la presenza di acqua allo stato liquido. Ma ancora più eccitante è forse che non sappiamo ma che non possiamo escludere: non possiamo escludere, appunto, che ci sia acqua; non possiamo escludere che abbia un’atmosfera; e volendo proprio esagerare non possiamo escludere che ospiti forme di vita.

Insomma, un pianeta che può farci sognare. Ma, soprattutto, un pianeta extrasolare incredibilmente vicino: meno di così è impossibile. Al punto che il visionario ma non troppo programma Starshot conta di raggiungerlo con una flotta di nanosonde entro il 2060. Certo, per mandarci qualche cosa di più sostanzioso, tipo un passeggero o due, i tempi di viaggio si dilatano: con le tecnologie attuali parliamo di decine di migliaia di anni. Ma non disperiamo: è stato scoperto con tecnologie avanzatissime, come quella dello strumento HARPS dell’ESO, e strategie geniali, come quella della rilevazione della variazione della velocità radiale impressa sulla stella dall’interazione gravitazionale con lo stesso pianeta. Se l’umanità è riuscita in un’impresa come questa, fino a non troppi anni fa semplicemente impensabile, in qualche modo saprà ancora stupirci.

Servizio di Marco Malaspina


INAF-TV è il canale YouTube di Media INAF (http://www.media.inaf.it/)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: