Set 14

Fotoni Zelig: si trasformano in assioni | MEDIA INAF

Campo magnetico intergalattico prodotto da Franco Vazza e rielaborato da Vazza F., Brüggen M., Gheller C., Wang P., 2014, Mnras, 445, 3706-3722

Riproducendo la complessità del cosmo grazie a inedite simulazioni, una ricerca publicata su Physical Review Letters evidenzia l’importanza di un possibile comportamento dei fotoni ad altissima energia. Nel loro viaggio attraverso i campi magnetici intergalattici si potrebbero trasformare in assioni, evitando così di essere assorbiti.

 

Sorgente: Fotoni Zelig: si trasformano in assioni | MEDIA INAF

Set 14

Fonte d’energia inattesa per le aurore di Giove | MEDIA INAF

Un video che mostra una serie di immagini dell’aurora settentrionale di Giove scattate, a intervalli di 15 minuti, con lo spettrografo ultravioletto di Juno (Uvs) nell’emisfero nord del pianeta il 2 febbraio 2017, intorno al periodo dello studio. Le variazioni temporali nell’intensità delle varie caratteristiche specifiche sono evidenti con il passare del tempo. Crediti: G. Randy Gladstone

Uno studio pubblicato su Nature spiega che le aurore su Giove si comportano in modo diverso rispetto a quelle terrestri. Nuove osservazioni, effettuate grazie allo spettrografo ultravioletto in dotazione alla sonda Juno della Nasa hanno dimostrato che – contrariamente a quello che ci si aspettava – i processi di formazione delle aurore gioviane più intense non sono assimilabili a quelli terrestri

Sorgente: Fonte d’energia inattesa per le aurore di Giove | MEDIA INAF

Set 14

Tempesta solare, arrivo previsto per venerdì 8 | MEDIA INAF

In questa sequenza animata si vedono i due brillamenti – uno di livello X2.2 e l’altro X9.3 – osservati sulla superficie del Sole mercoledì 6 settembre 2017. Le immagini sono del Solar Dynamics Observatory (Sdo) della Nasa. Crediti: Nasa/Goddard/Sdo

Tre brillamenti in pochi giorni, tutti nella stessa regione attiva del Sole. Uno lunedì scorso e due ieri, l’ultimo dei quali d’intensità record: X9.3, il più violento dell’attuale ciclo solare. Ed è la bolla di plasma prodotta da quest’ultimo che potrebbe interferire, nelle prossime ore, con alcuni sistemi di comunicazione

Sorgente: Tempesta solare, arrivo previsto per venerdì 8 | MEDIA INAF

Set 14

Un asteroide a colazione: il parere dell’astrofisico | MEDIA INAF

Dobbiamo stare attenti ai meteoriti quando facciamo merenda in giardino? Abbiamo raccolto il parere di un esperto, Giovanni Valsecchi dell’Inaf Iaps di Roma. Nota: nessun astrofisico è stato maltrattato durante la conduzione di questa intervista.

Sorgente: Un asteroide a colazione: il parere dell’astrofisico | MEDIA INAF

Set 12

Scoperta una pulsar binaria da record | MEDIA INAF

Le orbite della nuova pulsar binaria J1757-1854 a confronto con quelle della celebre pulsar di Hulse-Taylor e della doppia pulsar J0737-3039, fino a oggi il miglior laboratorio cosmico per mettere alla prova la Relatività generale di Einstein. Crediti: Norbert Wex/Mpifr e, per il Sole, Nasa/Soho

Un sistema binario con accelerazioni fino a 70 g, formato da una pulsar e una stella di neutroni in orbita stretta l’una attorno all’altra, è stato scoperto analizzando i dati raccolti dal radiotelescopio da 64 metri di Parkes, in Australia. Fra gli autori della scoperta, presentata oggi al simposio Iau di Jodrell Bank, anche Andrea Possenti e Marta Burgay dell’Inaf di Cagliari

Sorgente: Scoperta una pulsar binaria da record | MEDIA INAF

Set 12

Ufo a Varsavia: intervista a Francesco Tombesi | MEDIA INAF

Si inaugura mercoledì 6 settembre nella capitale polacca un congresso internazionale dedicato alla spettroscopia X. Abbiamo intervistato uno dei relatori, Francesco Tombesi, ”cervello” rientrato da poco in Italia, all’Università di Roma “Tor Vergata”, dopo un lungo periodo alla Nasa

Sorgente: Ufo a Varsavia: intervista a Francesco Tombesi | MEDIA INAF

Set 12

Nature Astronomy dedica un numero a Cassini | MEDIA INAF

Crediti: Nasa / Jet Propulsion Laboratory-Caltech

Per celebrare il Grand Finale della sonda Nasa, la rivista dedicata all’astronomia del gruppo Nature ha invitato 12 scienziati della missione e un editor a commentare altrettante immagini. Fra loro anche Gianrico Filacchione dell’Inaf Iaps di Roma, la cui scelta è caduta sulla celebre “ll giorno in cui la Terra sorrise”

Sorgente: Nature Astronomy dedica un numero a Cassini | MEDIA INAF

Set 12

Dal radio al gamma, la Crab senza più segreti | Media Inaf

Questa immagine composta della Nebulosa del Granchio è stata assemblata con una scala di colori arbitraria combinando i dati di cinque telescopi che ricoprono quasi l’intero spettro elettromagnetico: l’emissione radio che rappresenta il vento di particelle cariche dalla stella di neutroni centrale in rosso (dal Karl G. Jansky Very Large Array), l’infrarosso che include il bagliore della polvere che assorbe ultravioletto e luce visibile in giallo (dallo Spitzer Space Telescope), la luce visibile con la struttura filamentare in verde (da Hubble Space Telescope), l’immagine ultravioletta in blu e l’immagine a raggi X in viola mostrano l’effetto degli elettroni accelerati (da Xmm-Newton Observatory e Chandra X-ray Observatory). Crediti: Nasa, Esa, Nrao/Aui/Nsf e G. Dubner (University of Buenos Aires)

Un nuovo modello descrive il comportamento delle particelle ad alta energia emesse dalle vestigia delle esplosioni di supernova e spiega le osservazioni astronomiche su un intervallo di energia sorprendentemente largo. Il modello suggerisce che gli scienziati ancora non comprendono i processi all’origine dei raggi cosmici

Sorgente: Dal radio al gamma, la Crab senza più segreti

Set 11

Che curioso quel lampo così vicino | MEDIA INAF

Immagine di Ngc 4993 (l’alone bianco sfocato) ottenuta in ”banda rossa” dalla Second Digitized Sky Survey. Crediti: Dss2

Il Vlt dell’Eso, Fermi, Hubble, Chandra… Se nell’arco di pochi giorni tanti super telescopi si voltano tutti dalla stessa parte – un’anonima galassia ellittica a 130 milioni di anni luce – è inevitabile chiedersi perché. Come ha fatto domenica Patrizia Caraveo, direttrice dell’Inaf Iasf di Milano, con quest’articolo pubblicato sul Sole24Ore, che vi riproponiamo con la sua autorizzazione

Sorgente: Che curioso quel lampo così vicino | MEDIA INAF

Set 11

Corsa di nuvole nel cielo di Venere | MEDIA INAF

Rappresentazione grafica della super-rotazione dell’atmosfera di Venere. La coltre di nuvole ruota rapidamente da est verso ovest. Crediti: Jaxa, Esa

La sonda giapponese Akatsuki, in orbita attorno al pianeta, ha scoperto un flusso di nubi che ruota ad altissima velocità attorno alla fascia equatoriale. Lo studio è stato pubblicato su Nature Geoscience.

Sorgente: Corsa di nuvole nel cielo di Venere | MEDIA INAF

Post precedenti «