Con la “Z Machine” a un passo dal buco nero | MEDIA INAF

Rappresentazione artistica del buco nero Cygnus X-1. Crediti: Nasa

Riproducendo per la prima volta qui sulla Terra le condizioni fisiche presenti nei dischi di accrescimento, un team di fisici dei Sandia Labs ha dimostrato sperimentalmente che i modelli attuali sui processi di alimentazione dei buchi neri vanno rivisti. Con un commento di Luigi Piro del progetto Ahead

Sorgente: Con la “Z Machine” a un passo dal buco nero | MEDIA INAF

Comprare il Viagra generico, il kamagra consegna rapida o il Levitra ad un prezzo concorrenziale è senza alcuna ricetta medica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: