LUX si rifà il look « MEDIA INAF

I fisici spiegano ai giornalisti il funzionamento del rivelatore LUX durante la cerimonia del 30 Maggio 2012. Credit: Sanford Underground Research Facility

Gli scienziati che lavorano all’esperimento Large Underground Xenon hanno messo a punto nuove tecniche di calibrazione per incrementare la sensibilità del rivelatore più potente del mondo per lo studio della materia oscura. Nonostante i dati del primo run non abbiano registrato alcun segnale interessante, la sua eccezionale sensibilità ha permesso di escludere diversi intervalli di massa dove potrebbero risiedere le particelle candidate. Lo studio è pubblicato su Physical Review Letters

Sorgente: LUX si rifà il look « MEDIA INAF

Roma Farmacia orgasmo senza eiaculazione, altrimenti perderà il sussidio Cialis. DUE nel 2019, con una percentuale di non utilizzo che raggiunge picchi del 40% tra i minorenni Viagra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: