Tag: Vento solare

Voyager 2 verso lo Spazio Interstellare – Universo Astronomia

Voyager 2 verso lo Spazio Interstellare La sonda Voyager 2 della NASA ha rilevato un incremento dei raggi cosmici la cui origine è al di fuori del Sistema Solare. L’intrepida viaggiatrice spaziale, lanciata nel 1977,  potrebbe essere in procinto di raggiungere lo spazio interstellare. Voyager 2 si trova a poco meno di 17,7 miliardi di …

Continue reading

Navigando a vista (mozzafiato) | MEDIA INAF

Una ricerca dell’Università di Bath raccoglie nuove informazioni sui meccanismi che stanno dietro all’affascinante fenomeno delle Northern Lights e apre nuovi scenari nell’ambito delle tecnologie di posizionamento satellitare. Il commento di Biagio Forte Sorgente: Navigando a vista (mozzafiato) | MEDIA INAF

NOVA NEWSLETTER AAS 994 06052016 – INTERAZIONE DI PLUTONE CON IL VENTO SOLARE

Un articolo pubblicato in questi giorni sul Journal of Geophysical Research – Space Physics dell’American Geophysical Union (AGU) è stato dedicato a nuove acquisizioni sull’interazione tra il materiale che fuoriesce dall’atmosfera di Plutone e il vento solare… Leggi tutto Sorgente: NOVA NEWSLETTER AAS 994 06052016 – INTERAZIONE DI PLUTONE CON IL VENTO SOLARE

Studiare il vento solare inseguendo le comete « MEDIA INAF

Chandra è uno dei tre grandi telescopi orbitanti della NASA ancora attivi, con Hubble e Spitzer. Nel 2013 ha osservato nel dettaglio due famose comete per analizzare il comportamento del flusso di particelle che fluisce dal Sole Sorgente: Studiare il vento solare inseguendo le comete « MEDIA INAF Salva

Una spiegazione per i breakup aurorali « MEDIA INAF

Fischia il vento solare, schiocca il campo magnetico e urla la sottotempesta aurorale: secondo uno studio giapponese, i bagliori improvvisi (breakup) che accendono le tenui aurore boreali sono dovuti a un vortice di particelle cariche messe in agitazione dagli spasmi del campo magnetico terrestre Sorgente: Una spiegazione per i breakup aurorali « MEDIA INAF

Lo sguardo dell’aragosta

Una camera grandangolare, capace di rilevare le emissioni di raggi X molli generate nell’incontro di vento solare e gas neutro: un progetto di ricerca a guida NASA guarda in modo nuovo ai cieli di Terra, Luna, Marte, Venere e comete Sorgente: Lo sguardo dell’aragosta