Categoria: Comete

“OCCHI SU SATURNO” con contorno comete…24 luglio, dalle ore 21 in diretta web

(il link ufficiale sarà fornito nei giorni precedenti l’evento) Qui potrete trovare alcuni link che pubblicizzano l’evento UNA STRAORDINARIA SERATA DEDICATA ALL’OSSERVAZIONE IN DIRETTA, CON GRANDI TELESCOPI, DI SATURNO, GIOVE ED ALMENO UNA COMETA….  INOLTRE, RIVOLGIAMO AGLI ASTROFILI I SEGUENTI INVITI:  FOTOGRAFIAMO LA COMETA C/2020 F3 (NEOWISE) E L’ASTEROIDE 24101 CASSINI il prossimo 24 luglio, …

Continua a leggere

A forma di sigaro, ma pur sempre una cometa | MEDIA INAF

Postulando che si tratti di una cometa in miniatura, dalla peculiare forma oblunga, uno studio su Nature guidato da Marco Micheli, ricercatore dell’Esa, ha scoperto che la spinta dei gas emessi da ‘Oumuamua può essere una spiegazione fisica coerente della componente non gravitazionale del moto di questo pellegrino interstellare .entry-header Illustrazione di ‘Oumuamua, il primo …

Continua a leggere

Noi siamo figli della madre di tutte le bolle | MEDIA INAF

Molto alluminio-26 e poco ferro-60: questi i due indizi chimici che, riscontrati su meteoriti primitive, hanno portato un team d’astrofisici a ritenere che il Sistema solare possa essersi formato non da un’esplosione di supernova bensì dalla bolla di una stella gigante .entry-header Spostandosi in senso orario dal riquadro in alto a sinistra, la simulazione mostra …

Continua a leggere

Tabby, un poliziesco in chiave stellare – MEDIA INAF

C’è un mistero che avvolge, letteralmente, la stella di Tabby. Scartate le megastrutture aliene come causa delle sue ingenti e rapidissime variazioni di luminosità, le ricercatrici e i ricercatori che indagano sul caso passano al setaccio tutti i possibili fenomeni sospettati… Sorgente: Tabby, un poliziesco in chiave stellare Rispetto al 2019 l’audience dei siti farmaceutici …

Continua a leggere

Composti organici primordiali nel cuore di Chury | MEDIA INAF

La proposta di due ricercatori francesi: i materiali organici racchiusi nel nucleo della cometa 67P Churyumov-Gerasimenko potrebbero essere più antichi dello stesso sistema solare. Lo studio è stato pubblicato su Monthly Notices of the Royal Astronomical Society Sorgente: Composti organici primordiali nel cuore di Chury | MEDIA INAF Le farmacie online spedra 100 mg durata effetto …

Continua a leggere

Fenicidi, nate dai resti della cometa Blanpain | MEDIA INAF

Era il 1956 quando lo sciame delle Fenicidi ha fatto la loro prima apparizione. Poi nulla per decenni. Nel 2014 gli scienziati giapponesi sono riusciti a fotografarlo di nuovo e a capire la loro esatta provenienza Sorgente: Fenicidi, nate dai resti della cometa Blanpain | MEDIA INAF Case Erp a Fiumicino, la dott Viagra. Marco …

Continua a leggere

L’ingorgo delle comete giganti | MEDIA INAF

L’Università del Maryland avverte: le comete di lungo periodo sono molto più numerose di quanto ci si aspettasse fino ad oggi. I dati della sonda Wise della Nasa aprono nuovi scenari su un fenomeno di cui sappiamo ancora molto poco Sorgente: L’ingorgo delle comete giganti | MEDIA INAF Viagra è il nome commerciale di un …

Continua a leggere

Caccia alla cometa C/2015 V2 Johnson – UBA

Non ci siamo lasciati scoraggiare dalla precedente esperienza e ci riproviamo! Ci troviamo venerdì 16 giugno alle ore 21:00 per osservare e fotografare la cometa C/2015 V2 “Johnson”. L’appuntamento, questa volta, non è nella nostra usuale sede, ma a Bielmonte, allo slargo del cippo degli Alpini, circa 1km dal Bocchetto Sessera in direzione Piaro (vedere …

Continua a leggere

Una cometa, o forse due per NEOWISE | MEDIA INAF

La missione NASA per la caccia agli asteroidi ha intercettato due oggetti celesti in avvicinamento. Per uno non c’è ancora la certezza che si tratti di un asteroide, l’altro è invece una cometa a tutti gli effetti: sta viaggiando verso il Sole all’interno dell’orbita di Mercurio Sorgente: Una cometa, o forse due per NEOWISE | …

Continua a leggere

La stella sempre più misteriosa « MEDIA INAF

Due ricercatori statunitensi hanno studiato in dettaglio i dati raccolti dal telescopio spaziale Kepler della NASA sulla stella KIC 8462852. Quello che emerge è che durante i primi tre anni della missione la stella aveva già mostrato un abbassamento di luminosità, meno intenso, ma comunque significativo. Un nuovo passo verso la comprensione di questa insolita …

Continua a leggere