«

»

Gen 03

Luna made in China « MEDIA INAF

Il rover lunare cinese, Yutu, fotografato dal suo lander Chang’e-3 dopo l’atterraggio nel Mare Imbrium, un bacino da impatto gigante nel quale si riversarono, successivamente, colate laviche. Crediti: CNAS / CLEP

Quarant’anni dopo le missioni lunari USA e URSS, il rover cinese Yutu ha individuato nel Mare Imbrium una roccia basaltica dalla composizione inedita, diversa da quella dei campioni raccolti e analizzati negli anni Settanta nel corso dei programmi Apollo e Luna. I risultati su Nature Communications

Sorgente: Luna made in China « MEDIA INAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: