Giu 07

Il cielo di giugno 2017 – INAF TV

Protagonista indiscusso del cielo serale di giugno è il pianeta Saturno. Il 15 del mese si verificherà infatti l’opposizione al Sole. Il pianeta sarà quindi osservabile per tutta la notte, al massimo della sua luminosità nel corso di tutto quest’anno, e sarà alla minima distanza dalla Terra ovvero 1,35 miliardi di chilometri. Osservare ad occhio nudo Saturno in questo mese è davvero facile, avendo a disposizione un cielo sereno e un orizzonte sufficientemente libero da ostacoli. Si può individuare il pianeta già dall’imbrunire, basso verso sud est, per vederlo salire progressivamente nel cielo fino a culminare a sud in piena notte e poi tramontare verso sud ovest nel chiarore dell’alba.

Lasciamo ora Saturno e proseguiamo nella nostra panoramica del cielo serale di giugno. Partendo da ovest osserviamo, oltre le costellazioni di Boote, della Chioma di Berenice, della Vergine e dei Cani da caccia, le costellazioni del Leone e del Leone minore, che si abbassano col trascorrere dei giorni.
Verso sud sono sempre più visibili lo Scorpione e il Sagittario, affiancati da Ofiuco, dal Serpente e dalla Bilancia.
Ad est salgono con il passare dei giorni le costellazioni che domineranno i cieli estivi, ovvero il Cigno, l’Aquila, la Lira e, più in alto, Ercole.
Verso nord troviamo a far da corona alla stella polare l’Orsa Maggiore, il Drago, Cefeo, Cassiopea e la Giraffa.

Per quanto riguarda i pianeti, Mercurio per quasi tutto il mese è praticamente inosservabile, poiché sarà in congiunzione con il Sole il 21 giugno. Si potrà provare a individuarlo ad inizio del mese al mattino presto, molto basso sull’orizzonte orientale, o a fine mese, la sera ad ovest, poco dopo il tramonto del Sole.
Venere può essere facilmente individuato prima del sorgere del Sole, al mattino presto verso est.
Marte invece è ormai praticamente inosservabile. Il pianeta continua il suo avvicinamento apparente verso il Sole, tramontando la sera poco prima di esso.
Giove nella prima parte della notte rimane ancora l’oggetto celeste più luminoso nel cielo di giugno. Possiamo seguirlo nel suo moto da Sud – Ovest nelle già sul far della sera, per abbassarsi verso ovest in piena notte, dove tramonta.
Di Saturno infine abbiamo già parlato in apertura.

La Luna, che sarà piena il 9 e nuova il 24, sarà in congiunzione con Saturno nella notte tra il 9 e il 10 giugno e il 20 con Venere prima dell’alba, bassa sull’orizzonte orientale.

Ricordiamo infine che il 21 giugno si verificherà il solstizio d’estate, che segnerà la massima durata del giorno nell’arco dell’anno.

A cura di Marco Galliani – Media Inaf

MediaInaf Tv è il canale YouTube di Media Inaf

Lascia un commento

Your email address will not be published.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: